come cucinare delle ottime patatine fritte

Come cucinare delle ottime patatine fritte

Friggere è un arte, oltre che un impegno a volte gravoso, schizzi di olio, farina che vola in cucina, ma alla fine il premio  sono delle ottime patatine fritte. Come cucinare delle ottime patate fritte utilizzando il giusto tempo e delle ottime materie prime?

Ma bisogna seguire dei passi fondamentali, perché  se è troppo fritta è dura o bruciacchiata e è poco cotta potrebbe…piegarsi.

Consigli utili sul come cucinare delle ottime patatine fritte

Scegliere le patate giuste per cucinare delle ottime patatine fritte

Patata dura

Devi sapere come scegliere la patata. Comincia con lo scartare quelle morbide o quelle ancora un po’ verdi, perché durante la cottura non finiscono di evaporare abbastanza acqua e, invece di rimanere sode e croccanti, finiscono flaccide. Anche se li togliete nei tempi giusti dalla padella, si ammorbidiscono molto rapidamente. Scegliete quelle più dure.

Le dimensioni sono importanti

La dimensione ideale per una patatina fritta è tra 6 e 7 mm di larghezza. Infatti questo spessore assicura una buona superficie di contatto con l’olio durante la cottura.

Il segreto nel risciacquo 

Per cucinare le patatine fritte, prima di friggere le patate, è meglio lavarle con acqua molto fredda per eliminare l’eccesso di amido, che è responsabile del loro attaccamento. Questa procedura aiuta anche ad ottenere patate croccanti.

Usato è meglio

La cottura delle patate richiede più tempo se effettuata con dell’ olio nuovo. Un olio riutilizzato troppe volte lascia un sapore di bruciato in bocca sgradevole per il palato. Il punto di equilibrio è nello scegliere un’olio filtrato che è stato usato circa due o tre volte.

Olio in abbondanza

Non siate parsimoniosi, per cucinare delle ottime patatine fritte, avete bisogno di una buona quantità di olio. La cottura è garantita quando le patate sono completamente sommerse. Quindi versate l’olio nella padella senza timore, potrete usarlo di nuovo.

Doppia cottura per congelare

Se avete tempo, l’ideale è sbollentare o pre-cuocere le patate in acqua bollente, friggere per qualche minuto e congelare, prima di dare loro una seconda cottura.

Temperatura

Se l’olio è troppo caldo, togliere le patate. La temperatura ideale è compresa tra 120°C e 150°C, per la prima cottura, e 175°C per la seconda. Per conoscere la giusta temperatura, gettare un pezzo di pane nella padella. Se rimane sul fondo è intorno ai 150°C, se sale rapidamente, 175°C, se è tostato è che si è andato fuori mano con il fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *