come comportarsi in presenza di un tradimento

Infedeltà, come comportarsi in presenza di un tradimento

Non ci sono regole, se siamo in presenza di un tradimento, di un’ infedeltà non c’è un dannato libretto delle istruzioni con su scritto: “come comportarsi in presenza di  un’infedeltà”.

Di fronte alla scoperta dell’infedeltà, non ci sono buone reazioni: facciamo ciò che possiamo. Tuttavia, ci sono alcune punti chiave a cui aggrapparsi per andare avanti. Fino alla possibile ricostruzione della coppia. Se è possibile.

Che sia stato visto altrove una o dieci, dieci volte o cento, la conclusione è  generalmente la stessa: fa male, molto male. 

In principio il desiderio di rompere prevale: si piange, si chiamano gli amici, si sbattono le porte con tutta la rabbia che abbiamo dentro…

In realtà quando siamo ingannati, non possiamo negare, non abbiamo fatto una pausa,  ci rifiutiamo di vedere. Abbiamo preso un colpo alla testa, impossibile da ignorare. 

Come comportarsi in presenza di un tradimento

Il tempo di piangere

Il primo passo è lasciare venire le lacrime e accogliere la tristezza che è derivata dalla scoperta del tradimento, senza cercare di andare oltre. Le idee non sono ancora chiare. 

“Ognuno reagisce a suo modo, la cosa più importante è aspettare la calma per tornare in se stessi e poi agire”.

Inseguendo la colpa e la vergogna

Due grandi sentimenti ci travolgono quando apprendiamo di essere stati ingannati: il senso di colpa e la vergogna. Naturalmente, questi sono due sentimenti da sopraffare. Per evitare di sentirci in colpa, dobbiamo ricordare che in una coppia, siamo in due.

Potrebbe apparentemente sembrare stupido, ma su entrambi  grava la responsabilità di un tradimento.

Certo l’altro non è stato visto altrove a causa nostra. O non solo. Certo ha agito di sua spontanea volontà. Spesso sono presenti certe difficoltà di comunicazione nella coppia. Forse  il nostro modo di essere non lo ha aiutato a comunicare con noi, ma non ha nemmeno fatto lo sforzo di parlarci. Ed ecco che entra in gioco  la vergogna.

Essere in una relazione vuol dire sentirsi al sicuro e essere vulnerabili nei confronti del proprio partner . Quando questo elemento fondamentale è  compromesso, entrambe le parti devono collaborare per ricostruirlo. 

Perché, se è vero che alcune coppie non si riprenderanno mai da questa tempesta emotiva, altre possono intraprendere il difficile cammino della riconciliazione . 

E se non esiste una ricetta miracolosa per ritrovare la fiducia in poco tempo.

Fatti le domande giuste

Chiediti se la persona che ti ha tradito merita di essere ancora al tuo fianco. Vuoi davvero avere  una relazione con lei? Questa persona può darmi più felicità? E’ una relazione merita di essere salvata? Le risposte che ti darai decideranno se è più saggio separarsi o provare a ricostruire il rapporto.

 Comprendere le “ragioni” del tradimento

Solo ammettendo gli errori si può perdonare la persona che ha tradito la fiducia dell’altro. Ci sono delle volte in cui anche la persona tradita ha le sue responsabilità. Chiediti come siete arrivati a questo, per non ripetere lo stesso comportamento.

 Le scuse sincere

E’ importante che la persona che ti ha tradito ti offra scuse sincere. La risposta emotiva può essere abbastanza forte, ma bisogna essere in grado di alleviare la rabbia e il risentimento.

Avere comunicazione e fiducia

La persona ingannata avrà molte domande. È importante rispondere in modo che l’immaginazione non superi la realtà. Dopo questa fase iniziale, il punto cruciale è agire: stabilire un dialogo onesto per ricreare un senso di sicurezza all’interno della coppia. Non dimenticate mai che le azioni hanno un impatto maggiore delle parole. In principio sarà necessario giocare la carta della trasparenza totale. Forse dovrete cercate aiuto in un terapista di coppia.

Imparare a perdonare

Il perdono non è un modo per dimenticare o ridurre al minimo il dolore. Consente invece  di mostrarsi di nuovo vulnerabili all’altro. Quando la rabbia e il desiderio di fare del male si placa, questi sentimenti lasciano il posto alla sicurezza interna. La strada per ricostruire la fiducia è lunga e difficile dopo un’infedeltà. 

L’infedeltà non suona necessariamente la campana a morto della coppia. Perché è possibile ricostruire dopo questa grave crisi, consapevoli delle imperfezioni di ciascuno,  cambiando la relazione con un amore più maturo e consapevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *