dieta vegana

Dieta vegana: quali cibi si possono mangiare

Di continuo si sente dire la parola vegano, in special modo dagli ambientalisti e dalle star dello spettacolo. Per alcuni è una moda, per altri un’assurdità, ma in realtà si tratta di uno stile di vita. Il veganesimo, o veganismo, significa alimentarsi con cibi che non provengono da animali, pertanto non solo carne ma nemmeno uova o latte. Per di più  una dieta vegana può essere allo stesso tempo economica, deliziosa e molto ricca di sostanze nutritive. Oltre a ciò, i ricercatori nutrizionisti hanno scoperto che la dieta vegana , che si basa su una dieta di origine vegetale escludendo i prodotti animali, può proteggere da malattie cardiache, ipertensione, diabete e obesità. 

Dieta vegana: analizza le tue abitudini alimentari

Se si preoccupato per le conseguenze di una seguire una dieta vegana. a come può reagire il tuo corpo, pensa ai cibi vegani che già ami.
Il tuo cibo preferito è una base interessante su cui costruire un pasto vegano.
Pensa ai cibi vegani che già ti piacciono. I tuoi cibi preferiti costituiscono una base interessante su cui costruire Se ti piace il duo burro di arachidi e marmellata, hai già un pasto vegano e puoi aggiungere qualcos’altro.

Dieta vegana: reinventare la colazione

Trova un nuovo modo di fare colazione, si inizia meglio la giornata, perché è una grande sfida per chi vuole abbracciare il veganismo. Se non sei soddisfatto mangiando solo un frutto quando salti dal letto, avrai fame subito dopo, quindi non trascurare di aggiungere proteine, sotto forma di tofu sbriciolato, chia pudding o semi di canapa, ad un frullato di frutta.

Dieta vegana: piatti etnici

Piuttosto che cercare di trasformare le tue ricette abituali in piatti vegani, prova qualcosa di completamente nuovo. Avventurati a preparare piatti indiani , etiopi o falafel con salsa tahini. Oppure, se hai bisogno di cibo di conforto, inizia a preparando una ricetta senza carne che ti piace.

Dieta vegana: aumentare il valore nutrizionale degli spuntini

Nessuno vuole iniziare un nuovo programma di alimentazione e sentirsi affamato. Uno dei problemi con gli alimenti a base di erbe è che contengono meno calorie rispetto agli alimenti a base di proteine animali. Quindi assicuratevi di includere spuntini nutrienti. Hummus e verdure, cereali integrali tostati e burro di mandorle o mela e noci miste sono spuntini nutrienti e soddisfacenti.

Dieta vegana: le proteine

Per molte persone, un pasto è composto da carne con contorno. Se si adotta lo stesso approccio, sarà difficile trovare una proteina sostitutiva in un piatto vegano. Provate invece a preparare pasti in cui tutti gli ingredienti hanno un valore proteico. Come ad esempio, un’insalata di quinoa, ceci e verdure grigliate con una vinaigrette cremosa al tahini; tutti gli ingredienti di questo piatto contengono proteine.

Dieta vegana: alla scoperta dei grassi non caseari

Il veganismo non si limita alle verdure, che non sarebbero sufficienti a soddisfare tutte le nostre esigenze“, dicono gli esperti. Ci sono molti modi per trovare sapori e materiali ricchi quando si sa come farlo. Avocado, cocco e noci (soprattutto noci di anacardio) e semi possono trasformarsi in vinaigrette, salse, condimenti, budini o glassa.

Cucinare i propri dolci vegani

Seguendo le giuste ricette, è possibile preparare biscotti e torte secondo i principi del veganismo. Ci sono molti sostituti dell’uovo, come i semi di lino macinati, i semi di chia, la salsa di mele o la salsa di banane. Per ottenere i migliori risultati, iniziare seguendo le provate ricette vegane. Una volta che avete capito come sostituire gli ingredienti con soluzioni vegane, potete provare a trasformare le vostre ricette tradizionali in ricette vegane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *